Come eliminare le tensioni alla schiena

Il miglior esercizio per rilassare la muscolatura e dormire meglio

Perché è importante il rilassamento muscolare

Anche a te capita di soffrire di mal di schiena e sentire i muscoli rigidi e contratti? Magari, come conseguenza, fatichi a dormire o non riesci a recuperare bene dopo gli allenamenti. Il recupero però è fondamentale in quanto non solo consente ai nostri muscoli di rigenerarsi dopo il workout, ma permette anche di massimizzare l’assorbimento di ciò che mangiamo dopo e ottenere il massimo da ogni sessione di allenamento.

Il rilassamento muscolare è particolarmente importante dopo l’allenamento, specialmente se ci alleniamo di sera, e prima di andare a dormire. Puoi scegliere uno di questi due momenti della giornata per fare un po’ di stretching e aiutare il tuo corpo a passare da uno stato di eccitazione dovuto allo sforzo fisico, a uno di rilassamento.

In questo articolo ti illustrerò un esercizio semplicissimo che puoi fare tranquillamente a casa senza bisogno di alcun attrezzo. Provalo e in pochi giorni comincerai a vederne gli effetti benefici!

Caucasian woman on bed sleeping

Come eliminare le tensioni alla schiena

Per cominciare, sdraiati sulla schiena con le gambe sollevate contro al muro. Scegli una distanza che ti consenta di tenere le gambe tese ma rilassate: non devi sentire dolore, ma devono essere dritte.

 

Da questa posizione, l’esercizio è semplicissimo: appoggia le mani a terra con i palmi rivolti verso l’alto e, semplicemente, respira! Rimani in questa posizione per qualche minuto, concentrandoti solo sulla respirazione e facendo respiri lenti e profondi.

Respirazione diaframmatica

Durante questo esercizio, è molto importante respirare con il diaframma; fare pratica è utile, perché questa respirazione ha numerosi altri benefici per il nostro corpo. Ma cosa significa respirare con il diaframma? 

Nella respirazione diaframmatica, è il diaframma a guidare il movimento e a far riempire d’aria i polmoni, e non spalle e petto come siamo abituati a fare di solito. Respirare muovendo spalle e petto non solo non consente di respirare in modo profondo e ossigenare il nostro corpo al massimo, ma sottopone anche a un carico eccessivo di lavoro la parte alta del nostro corpo. Come risultato, potresti respirare male, frettolosamente, e sentire fastidiose tensioni a spalle e collo.


Per respirare con il diaframma, nei primi tempi puoi appoggiare una mano sulla pancia e l’altra sul petto. Il tuo obiettivo è sentir muovere solo la mano sulla pancia mentre respiri: quella sul petto deve rimanere ferma. Inspira profondamente gonfiando la pancia, trattieni l’aria per qualche secondo e poi espira lentamente, sentendo l’ombelico tornare verso il terreno e il tuo corpo svuotarsi dall’aria.

A cosa serve questo esercizio?

La prima cosa che noterai facendo questo esercizio è quanto sia rilassante! Concentrarti sulla respirazione ti permette di allontanare dalla mente stress e preoccupazioni e focalizzarti sul tuo corpo, spesso trascurato. Ascoltalo, ascolta i suoi bisogni, concentrati sui punti di tensione e trova una posizione in cui tu ti senta comoda e completamente rilassata.

Praticare questo esercizio aiuta a ridurre le tensioni a schiena e gambe, a respirare meglio e a rilassarsi prima di andare a dormire. Questo può essere di grande aiuto specialmente per chi fa fatica ad addormentarsi oppure dorme male, e vorrebbe migliorare la qualità del proprio sonno. Prendersi del tempo per ascoltare il proprio corpo e farlo rilassare completamente è fondamentale per avere la giusta consapevolezza di sé, ma troppo spesso ce ne dimentichiamo per via degli stili di vita frenetici a cui siamo abituati.

Se vuoi altri consigli su allungamento muscolare, allenamento, forma fisica e motivazione, seguimi sui social e dai un’occhiata al mio programma personalizzato!

Vuoi saperne di più? Scopri ora il mio programma di coaching!